Cinema d'essai

Stagione cinematografica d'essai
Prezzo biglietto singolo: 5 euro
Abbonamento intero 10 film: 25 euro
Abbonamento di 5 film a scelta a 15 euro

+Leggi »

Stagione teatrale

Nutrita stagione teatrale, in collaborazione con l'amministrazione comunale e le maggiori sale teatrale di Busto Arsizio, aderenti al progetto BA Teatro.

+Leggi »

Laboratori teatrali

Sono attivi laboratori teatrali per ragazzi dai 12 ai 23 anni ed un laboratorio teatrale per adulti.

+Leggi »

Affitti sala

La sala è attrezzata con le migliori tecnologie per fornire completi service audio e luci; la struttura della sala si presta a concerti, saggi, conferenze, spettacoli di ogni genere

+Leggi »

Programmazione CINEFORUM

Prezzo biglietto singolo: 5 euro | abbonamento intero 10 film: 25 euro | abbonamento 5 film a scelta: 15 euro | le proiezioni inizieranno alle ore 21.00
Timbuktu

16 Febbraio 2016 ore 21:00

Timbuktu

Non lontano da Timbuktu, ora governata dai fondamentalisti islamici, Kidane vive pacificamente tra le dune con la moglie Satima, la figlia Toya e il pastore 12enne Issan. In città, la gente soffre impotente per il regime di terrore imposto dai jihadisti, determinati a controllare la loro fede. Tutto è stato bandito: la musica, le risate, le sigarette, persino il gioco del calcio; le donne sono diventate le ombre, ma continuano a resistere con dignità. Ogni giorno, nei nuovi, improvvisati tribunali vengono emesse tragiche e assurde sentenze. A Kidane e alla sua famiglia tutto questo finora è stato risparmiato, ma il loro destino cambia quando lui uccide accidentalmente Amadou, il pescatore che ha macellato "GPS", la sua amata mucca. Kidane, infatti, dovrà vedersela con le nuove leggi degli occupanti stranieri.

altri dettagli
La famille Blier

23 Febbraio 2016 ore 21:00

La famille Bélier

Nella famiglia Bélier sono tutti sordi tranne la 16enne Paula. Per questo, la ragazza è la fondamentale interprete dei suoi genitori per quanto riguarda la vita quotidiana, ma soprattutto per il buon funzionamento della fattoria di famiglia. Un giorno, dietro consiglio dell'insegnante di musica che ha scoperto il suo dono per il canto, Paula decide di prepararsi per un concorso indetto da Radio France. Una scelta di vita che per lei potrebbe significare l'allontanamento dalla famiglia e l'inevitabile passaggio all'età adulta.

altri dettagli
Leviathan

1 Marzo 2016 ore 21:00

Leviathan

Kolia vive con la giovane moglie Lilya e il figlio Roma, avuto da un precedente matrimonio, in una piccola città nel nord della Russia, sul Mare di Barents, dove gestisce un'autofficina. Vadim Cheleviat, il sindaco della città, propone a Kolia di vendergli il terreno, la casa e l'officina, ma l'uomo non sopporta l'idea di perdere tutto ciò che possiede; non solo la terra, ma anche la bellezza che lo circonda fin dalla nascita. Al rifiuto di Kolia, Vadim Cheleviat diventa più aggressivo...

altri dettagli
E\' arrivata mia figlia

8 Marzo 2016 ore 21:00

E' arrivata mia figlia

Brasile. Val lavora come governante per una ricca famiglia di San Paolo. Si occupa di tutte le faccende domestiche, ma anche di Fabinho, il 17enne figlio della padrona di casa che sembra non avere mai tempo per lui. Anche Val è madre, ma tanti anni prima ha lasciato sua figlia Jéssica nella sua città natale per andare a lavorare e da allora non l'ha più vista. Poi, improvvisamente, Jéssica la chiama per dirle che arriverà in città perché vuole provare a frequentare la facoltà di Architettura. La ragazza si stabilisce nella casa in cui lavora Val e sin dall'inizio, senza curarsi del disagio di sua madre e molto sicura di sé, sovverte tutte le regole che da sempre hanno contraddistinto il rapporto tra padroni di casa e domestici: si appropria della camera degli ospiti, apre il frigo e si serve ciò che vuole, passa il suo tempo in piscina con Fabinho e i suoi amici. Finché, nel bel mezzo di una discussione tra Val e Jéssica, un segreto viene alla luce...

altri dettagli

15 Marzo 2016 ore 21:00

Busto Arsizio Film Festival

Il B.A. Film Festival è una manifestazione cinematografica nata nel 2003 con lo scopo di valorizzare le produzioni italiane di qualità – con particolare attenzione alle diverse professionalità che operano nel campo dell’audiovisivo – e di diffondere la cultura cinematografica attraverso proiezioni e laboratori per gli studenti (Made in Italy – Scuole), e l’incontro ravvicinato tra grandi personalità del cinema e il pubblico.
In pochi anni il festival è riuscito a diventare una realtà concreta nel panorama nazionale, proponendo un fitto calendario di appuntamenti, momenti di festa, e un’ampia scelta di eventi.

altri dettagli
Mia madre

22 Marzo 2016 ore 21:00

Mia madre

Margherita, regista di successo in crisi creativa, è alle prese con un film impegnato, incentrato sulla rivolta degli operai di una fabbrica contro i tagli e i licenziamenti previsti dai nuovi proprietari americani. Il compito per Margherita è tutt'altro che semplice: non solo deve confrontarsi con un film politico, ma anche con la difficile gestione del cast, in particolare di Barry Huggins, bizzosa star italo-americana anche lui in crisi. E la vita di Margherita non è complicata solo sul set: separata e con una figlia adolescente, deve fare i conti con un rapporto sentimentale ormai agli sgoccioli e, soprattutto, con la malattia di sua madre Ada, latinista ed ex insegnante di Liceo, ricoverata in ospedale. Con l'aiuto del fratello Giovanni, ingegnere che ha rinunciato al lavoro per dedicarsi completamente ad Ada, Margherita proverà a superare gli ostacoli della sua vita privata e professionale.

altri dettagli

Programmazione TEATRO (in continua evoluzione)

26 Febbraio 2016 ore 21.00

CARDINALI al SOLE (26-febbraio): Storie di Contadini, Eretici, Briganti e Sognatori

Uno spettacolo che nasce dallo studio della vita e delle opere di Tommaso Campanella: filosofo, frate domenicano, eretico poeta e astrologo del papa, nato tra i contadini di Stilo, nel Regno delle due Sicilie, e morto a Parigi, alla corte del re Sole.

Intorno a questa atipica figura si muove un'intera epoca, il Seicento europeo, piena di luci ed ombre, di grandi e piccoli uomini. Un'epoca su cui non è possibile formulare un giudizio univoco. Un po' come oggi, del resto. La controriforma Cattolica fa da sfondo politico alla lotta quotidiana per la sopravvivenza, il pensiero scientifico di Keplero e Galileo comincia a influenzare il dibattito teologico, l'insorgere dell'età moderna apre nell'uomo domande su domande a cui la società, la religione, la vita stessa non sono più in grado di rispondere. Campanella si immerge nel sapere delle università, dei filosofi, ma rischia il discredito, e infine l'eresia; tenta una rivoluzione sociale, ma viene stroncata prima ancora di nascere dalla macchina del potere; sconfina allora nell'utopia, unica libertà possibile di fronte ai muri della paura, dell'incomprensione e dell'ignoranza che si innalzano ogni giorno, ora come allora, davanti all'ignoto e al cambiamento. La soluzione sembra relegata in un futuro incerto, forse migliore, ma probabilmente identico al tempo appena passato. Eppure ci resta sempre un raggio di sole, una tenue speranza che continua a gettare luce negli occhi, ci smuove nonostante tutto, e ci invita a portare lo sguardo, ancora una volta, avanti.

In scena: 2 attori e 12 personaggi diversi
, che si intrecciano in un turbine di cambi d'abito. Perché l'abito, a volte, fa il monaco. E il cardinale. E il contadino. Persino il papa, se ha da dire qualcosa sull'argomento. E l'argomento riguarda tutti quanti, nel bene e nel male. Di questo infatti si parla, di dove sta il bene, il giusto, la verità. Gli abiti sono presenze, e allo stesso tempo emblemi del potere, dell'autorità, dei rivestimenti che ogni giorno indossiamo per affrontare il mondo. Ma la nostra è una ricerca che allo stesso tempo spoglia di tutte le ipocrisie l'uomo, mostrando in piena luce i suoi dubbi e le sue debolezze, che questo porti la papalina o un cappellaccio, la porpora cardinalizia o dei grotteschi occhiali da sole.

In una dimensione tutta italiana, ci addentriamo, tra picchi di ironia e di emozione, in un dibattito 'scomodo' che percorre l'intera società, dai cardinali inquisitori che devono decidere della vita di Campanella eretico, ai due contadini di Stilo che si interrogano, a modo loro, sull'immortalità dell'anima.

altri dettagli

27 Febbraio 2016 ore 21.00

CARDINALI al SOLE (27-febbraio): Storie di Contadini, Eretici, Briganti e Sognatori

Uno spettacolo che nasce dallo studio della vita e delle opere di Tommaso Campanella: filosofo, frate domenicano, eretico poeta e astrologo del papa, nato tra i contadini di Stilo, nel Regno delle due Sicilie, e morto a Parigi, alla corte del re Sole.

Intorno a questa atipica figura si muove un'intera epoca, il Seicento europeo, piena di luci ed ombre, di grandi e piccoli uomini. Un'epoca su cui non è possibile formulare un giudizio univoco. Un po' come oggi, del resto. La controriforma Cattolica fa da sfondo politico alla lotta quotidiana per la sopravvivenza, il pensiero scientifico di Keplero e Galileo comincia a influenzare il dibattito teologico, l'insorgere dell'età moderna apre nell'uomo domande su domande a cui la società, la religione, la vita stessa non sono più in grado di rispondere. Campanella si immerge nel sapere delle università, dei filosofi, ma rischia il discredito, e infine l'eresia; tenta una rivoluzione sociale, ma viene stroncata prima ancora di nascere dalla macchina del potere; sconfina allora nell'utopia, unica libertà possibile di fronte ai muri della paura, dell'incomprensione e dell'ignoranza che si innalzano ogni giorno, ora come allora, davanti all'ignoto e al cambiamento. La soluzione sembra relegata in un futuro incerto, forse migliore, ma probabilmente identico al tempo appena passato. Eppure ci resta sempre un raggio di sole, una tenue speranza che continua a gettare luce negli occhi, ci smuove nonostante tutto, e ci invita a portare lo sguardo, ancora una volta, avanti.

In scena: 2 attori e 12 personaggi diversi
, che si intrecciano in un turbine di cambi d'abito. Perché l'abito, a volte, fa il monaco. E il cardinale. E il contadino. Persino il papa, se ha da dire qualcosa sull'argomento. E l'argomento riguarda tutti quanti, nel bene e nel male. Di questo infatti si parla, di dove sta il bene, il giusto, la verità. Gli abiti sono presenze, e allo stesso tempo emblemi del potere, dell'autorità, dei rivestimenti che ogni giorno indossiamo per affrontare il mondo. Ma la nostra è una ricerca che allo stesso tempo spoglia di tutte le ipocrisie l'uomo, mostrando in piena luce i suoi dubbi e le sue debolezze, che questo porti la papalina o un cappellaccio, la porpora cardinalizia o dei grotteschi occhiali da sole.

In una dimensione tutta italiana, ci addentriamo, tra picchi di ironia e di emozione, in un dibattito 'scomodo' che percorre l'intera società, dai cardinali inquisitori che devono decidere della vita di Campanella eretico, ai due contadini di Stilo che si interrogano, a modo loro, sull'immortalità dell'anima.

altri dettagli

28 Febbraio 2016 ore 21.00

CARDINALI al SOLE (28-febbraio): Storie di Contadini, Eretici, Briganti e Sognatori

Uno spettacolo che nasce dallo studio della vita e delle opere di Tommaso Campanella: filosofo, frate domenicano, eretico poeta e astrologo del papa, nato tra i contadini di Stilo, nel Regno delle due Sicilie, e morto a Parigi, alla corte del re Sole.

Intorno a questa atipica figura si muove un'intera epoca, il Seicento europeo, piena di luci ed ombre, di grandi e piccoli uomini. Un'epoca su cui non è possibile formulare un giudizio univoco. Un po' come oggi, del resto. La controriforma Cattolica fa da sfondo politico alla lotta quotidiana per la sopravvivenza, il pensiero scientifico di Keplero e Galileo comincia a influenzare il dibattito teologico, l'insorgere dell'età moderna apre nell'uomo domande su domande a cui la società, la religione, la vita stessa non sono più in grado di rispondere. Campanella si immerge nel sapere delle università, dei filosofi, ma rischia il discredito, e infine l'eresia; tenta una rivoluzione sociale, ma viene stroncata prima ancora di nascere dalla macchina del potere; sconfina allora nell'utopia, unica libertà possibile di fronte ai muri della paura, dell'incomprensione e dell'ignoranza che si innalzano ogni giorno, ora come allora, davanti all'ignoto e al cambiamento. La soluzione sembra relegata in un futuro incerto, forse migliore, ma probabilmente identico al tempo appena passato. Eppure ci resta sempre un raggio di sole, una tenue speranza che continua a gettare luce negli occhi, ci smuove nonostante tutto, e ci invita a portare lo sguardo, ancora una volta, avanti. 

In scena: 2 attori e 12 personaggi diversi
, che si intrecciano in un turbine di cambi d'abito. Perché l'abito, a volte, fa il monaco. E il cardinale. E il contadino. Persino il papa, se ha da dire qualcosa sull'argomento. E l'argomento riguarda tutti quanti, nel bene e nel male. Di questo infatti si parla, di dove sta il bene, il giusto, la verità. Gli abiti sono presenze, e allo stesso tempo emblemi del potere, dell'autorità, dei rivestimenti che ogni giorno indossiamo per affrontare il mondo. Ma la nostra è una ricerca che allo stesso tempo spoglia di tutte le ipocrisie l'uomo, mostrando in piena luce i suoi dubbi e le sue debolezze, che questo porti la papalina o un cappellaccio, la porpora cardinalizia o dei grotteschi occhiali da sole. 

In una dimensione tutta italiana, ci addentriamo, tra picchi di ironia e di emozione, in un dibattito 'scomodo' che percorre l'intera società, dai cardinali inquisitori che devono decidere della vita di Campanella eretico, ai due contadini di Stilo che si interrogano, a modo loro, sull'immortalità dell'anima.

altri dettagli

Affitto sala

La sala è attrezzata con le migliori tecnologie per fornire completi service audio e luci; la struttura della sala si presta a concerti, saggi, conferenze, spettacoli di ogni genere

EVENTI

Per cosa siamo adatti

Da oltre vent'anni ospitiamo con piacere ogni tipo di manifestazione. Saggi di danza, canto, musica, concerti, piece teatrali, musical. Feste private, proiezioni private, feste di compleanno

STRUTTURA

Come siamo fatti

Posti a sedere: 338 | Dimensioni palco metri 9.5 x 6.5 | Completo impianto luci, teatrali, led, teste mobili. Mixer programmabile | Completo impianto audio 8 casse, spie, microfoni canto, panoramici, ad archetto, gelati wireless, lettori file musicali di ogni formato.

PREZZI

Quanto costiamo

Pacchetto #1
- Luci piazzato bianco/colorato
- 1 lettore CD/MP3
- 1 radio-microfono
- Disponibilità: 5 ore nella giornata per allestimento e prove + spettacolo
- Prezzo: 350€(senza riscaldamento) - 400€(con riscaldamento)
- (salvo diversi accordi, sala e palcoscenico devono essere liberati nella giornata dello spettacolo)

Pacchetto #2
- Luci colorate
- Impianto audio, 1 lettore CD/MP3, 2 microfoni
- Presenza di un tecnico audio/luci
- Disponibilità: 1 prova + spettacolo
- Prezzo: 550€
- (salvo diversi accordi, sala e palcoscenico devono essere liberati nella giornata dello spettacolo)

Pacchetto Compleanni
- Sala per allestimento bancheetto
- Proiezione film
- Pulizia sala
- Prezzo: 150€ max 4 ore
- (salvo diversi accordi, sala e palcoscenico devono essere liberati nella giornata dello spettacolo)

Extra
- Prova aggiuntiva: 50€
- Presenza tecnico luci/video: 25€/ora

documenti

Da leggere attentamente

- Pianta del teatro
- Regolamento
- Contratto standard
- Lettera di impegno

Contatti: affitti sala, informazioni

Cinema Teatro San Giovanni Bosco
Via Bergamo 12
21052 Busto Arsizio (VA)
T: +39 347 64 37 041 (non prendiamo prenotazioni telefoniche)

Scrivici a questo indirizzo, per informazioni, prenotazioni o noleggi sala:
info@cinesgbosco.it

Seguici su Facebook

© 2016 Teatro San Giovanni Bosco
sala cinematografica e teatrale in Busto Arsizio - Varese - P.Iva: 01663020129